Perché le startup dovrebbero puntare a essere “Cammelli” e non “Unicorni”

Il Coronavirus ha messo a nudo gli aspetti negativi dell'ossessione della Silicon Valley per la caccia all'unicorno.

startup cammelli unicorni
startup cammelli unicorni

Nel 2013, quando Aileen Lee ha coniato il termine unicorno per startup del valore di 1 miliardo di dollari o più, il nome ha preso piede in fretta. Ha perfettamente catturato il fascino degli enormi sogni della Silicon Valley e ha superato la tolleranza al rischio alla ricerca di un magico moneymaker. Ma secondo un nuovo libro di Alex Lazarow, l'ideale dell'unicorno non si limitava a catturare il ...

Per continuare a leggere questo articolo

Abbonati a Think.it

a soli 3,99€ / mese, il primo mese a 0,99€

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Redazione Think