Come affrontare il cambiamento climatico: Bill Gates vuole che tu conosca questi due numeri

La quarta persona più ricca del mondo ha un piano per salvare il pianeta dal cambiamento climatico catastrofico, ed è più economico di quanto si pensi.

cambiamento climatico bill gates
cambiamento climatico bill gates

Bill Gates vuole che conosciate due numeri: 51 miliardi e zero. Il primo è il numero di tonnellate di gas serra tipicamente aggiunte all’atmosfera ogni anno come risultato delle attività umane. Il secondo è il numero di tonnellate che dobbiamo raggiungere entro il 2050 per evitare una crisi climatica e fermare il cambiamento climatico. Gates ha un piano per passare da 51 miliardi a zero, ed è felice di dire che non ha costerà trilioni di dollari. Come ci si potrebbe aspettare da uno che ha fatto la sua fortuna nella tecnologia, la soluzione suggerita dal miliardario è legata in gran parte all’innovazione.

Egli espone il suo piano in un nuovo libro, How To Avoid A Climate Disaster: The Solutions We Have And The Breakthroughs We Need, che uscirà il 16 febbraio. Prima del lancio del libro, Gates ha parlato con Forbes del perché ha scritto il libro. Ha anche condiviso i dettagli che il libro non tratta, tra cui quanto ha investito in aziende a zero emissioni di carbonio, le cose di cui è più entusiasta, tra cui un nuovo tipo di centrale nucleare, e i suoi investimenti futuri.

L’obiettivo numero uno del libro, dice Gates, è quello di stabilire chiaramente quali settori dell’economia stanno producendo i 51 miliardi di tonnellate di gas serra che il mondo in media aggiunge all’atmosfera ogni anno. “Il quadro numerico effettivo, che è la cosa più basilare per qualsiasi problema che si voglia affrontare… questo è davvero mancato”, dice Gates in un’intervista video da una sala conferenze nei suoi uffici di Seattle.

L’obiettivo a cui dobbiamo mirare come pianeta: zero emissioni entro il 2050. Gates è ottimista sul fatto che, per quanto possa sembrare difficile, possiamo arrivarci.

cambiamento climatico bill gates

Qual è l’impatto a livello globale: 51 miliardi di tonnellate

Le emissioni sono diminuite di circa il 5% nel 2020 a causa della pandemia, stima Gates. Ma in un anno normale il mondo aggiunge 51 miliardi di tonnellate di gas serra all’atmosfera, scrive Gates nel suo libro. Gates ammette di non essere un messaggero perfetto sul cambiamento climatico.

Nel suo libro, scrive: “Il mondo non è esattamente privo di uomini ricchi con grandi idee su ciò che gli altri dovrebbero fare, o che pensano che la tecnologia possa risolvere qualsiasi problema”. Ammette di possedere grandi case e di volare in jet privati, anche se dice che compra compensazioni di carbonio per 400 dollari a tonnellata per i voli in jet privato che prende. “Non posso negare di essere un uomo ricco con un’opinione. Credo, però, che sia un’opinione informata, e sto cercando di imparare sempre di più”, scrive.

Gates ha preveggentemente avvertito, in un discorso del 2015, riguardo i pericoli di una pandemia globale e su ciò che dovremmo fare per prepararci. Allo stesso modo, questa non è la sua prima apparizione pubblica per il clima. Nel 2010 ha tenuto un TED in cui esponeva la necessità di eliminare le emissioni di carbonio entro il 2050. Ha continuato a consultare esperti del settore e ad approfondire le ultime novità della scienza del clima e della politica. Nel 2015 è stato coinvolto nel vertice sul clima di Parigi, chiamando l’allora presidente francese, Francois Hollande, e incoraggiandolo a convincere i paesi ad accettare di aumentare i loro budget di R&S per l’innovazione tecnologica sostenibile. Venti paesi hanno firmato. Dice Gates: “Anche se non abbiamo visto tutti quei paesi raddoppiare i loro budget di R&S, abbiamo visto alcuni aumenti. Per aiutare a mettere un quadro intorno al progresso e al costo delle nuove innovazioni senza carbonio, Gates e il suo team hanno inventato un termine chiamato “Green Premium” e lo hanno introdotto nel suo blog, Gates Notes, nel settembre dello scorso anno.

Come spiega lui, il Green Premium indica la differenza di costo tra un prodotto o un processo che non emette carbonio e uno che lo fa. I Green Premium sono diminuiti nel settore delle autovetture al punto che sempre più persone comprano auto elettriche (anche se Gates sottolinea che solo il 2% delle vendite globali di auto sono veicoli elettrici). Nel settore industriale, tuttavia, sono molto più alti. Dice Gates: “I problemi più difficili da risolvere sono in settori come l’acciaio, il cemento e anche quello dei trasporti per quanto riguarda il carburante per l’aviazione”.

Quanto costerà tutto questo?

A dicembre, Gates ha suggerito nel suo blog che gli Stati Uniti creino un Istituto Nazionale dell’Innovazione Energetica per aiutare il paese a prendere il comando nell’innovazione del cambiamento climatico. L’idea è di modellarlo dopo il National Institutes of Health, la spina dorsale della ricerca medica degli Stati Uniti, che ha un budget annuale di circa 37 miliardi di dollari. Gates dice che l’attuale spesa di R&S del governo degli Stati Uniti per l’innovazione energetica è di circa 7 miliardi di dollari all’anno; questo dovrebbe essere quintuplicato per eguagliare la spesa del governo per il NIH.

cambiamento climatico bill gates

Un altro suggerimento di Gates: spostare i crediti d’imposta ora disponibili per il solare e per l’eolico in aree più recenti come l’eolico offshore, lo stoccaggio di energia e nuovi tipi di acciaio. “Se lo fate, e se raddoppiate o triplicate l’importo che spendete per quei benefici fiscali, allora penso che sarà un contributo monumentale da parte dell’amministrazione Biden“, spiega.

Qualunque innovazione tecnologica venga fuori dagli Stati Uniti o altrove deve essere accessibile a paesi come l’India, sottolinea Gates. In questo momento, gli Stati Uniti rappresentano il 14% delle emissioni mondiali. Se solo gli Stati Uniti arrivassero a zero emissioni di carbonio, non risolveremo il problema a livello globale.

Dove sta investendo Gates

Gates, la cui fortuna di 124 miliardi di dollari deriva da una quota dell’1% di Microsoft e da una varietà di altri investimenti, dice nel libro che ha messo “più di 1 miliardo di dollari” in aziende che lavorano per arrivare all’obiettivo emissioni zero. Due delle aziende più note in cui ha investito producono carni a base vegetale: Impossible Foods e Beyond Meat. Alcuni dei suoi investimenti li classifica come filantropici, come il denaro che ha messo in un modello climatico open source che mira a dimostrare come funzionerà la produzione di energia elettrica quando l’eolico e il solare saranno spenti.

La sua più grande scommessa è stata su TerraPower, una società di energia nucleare con un reattore che utilizza uranio impoverito come combustibile. Gates ha fondato l’azienda più di dieci anni fa. Nel 2017, TerraPower ha formato una joint venture con una società cinese e stava progettando di produrre il suo primo reattore in Cina. Quell’accordo è stato affossato dal governo degli Stati Uniti, che alla fine del 2019 ha bloccato la cooperazione degli Stati Uniti con la Cina sul nucleare. Ora il piano è quello di costruire un impianto dimostrativo da qualche parte negli Stati Uniti. In ottobre il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti ha assegnato 80 milioni di dollari a TerraPower per la costruzione dell’impianto; l’accordo è che la metà del finanziamento verrà dal settore privato. Gates dice: “Questo deriva in gran parte da me”.

La sua speranza è che l’impianto dimostrativo sia costruito entro cinque o sette anni. “Se le cose vanno bene i costruttori di impianti commerciali potranno prendere quel progetto e costruirne idealmente centinaia – che è quello che serve per avere un impatto sul cambiamento climatico“.

Gates ha anche investito in aziende carbon-free attraverso Breakthrough Energy Ventures, un gruppo da lui assemblato che ha lanciato nel dicembre 2016. “È stato molto più facile raccogliere il denaro di quanto mi aspettassi”, dice. “Ho fatto circa 22 chiamate e ho ottenuto circa 20 sì per il primo miliardo”. Gli investitori includono miliardari come Jeff Bezos, Vinod Khosla, John Arnold e John Doerr, anche se Gates dice di essere il più grande investitore. Finora Breakthrough Energy Ventures ha investito in 40 aziende; una, QuantumScape, che sta sviluppando batterie al litio metallico per veicoli elettrici, è andata in borsa attraverso una SPAC lo scorso novembre. Anche se molte delle aziende sono ancora in fase iniziale, Gates descrive alcune come “davvero intraprendenti”, tra cui QuidNet, che sta lavorando per immagazzinare elettricità pompando acqua in pozzi sotterranei.

Breakthrough Energy Ventures ha raccolto un altro fondo di 1 miliardo di dollari a gennaio, con la maggior parte degli stessi investitori iniziali e alcuni nuovi arrivati (Gates non ha rivelato i nomi). Dice di essere il più grande investitore anche nell’ultimo fondo. Il nuovo fondo cercherà di investire in più processi industriali come la produzione di cemento e acciaio a basso contenuto di carbonio, così come le tecnologie per catturare il carbonio dall’aria, dice Gates. Nei prossimi cinque anni, Gates dice che metterà almeno 2 miliardi di dollari verso le tecnologie carbon-free.

cambiamento climatico bill gates

All’inizio di febbraio, la società di investimento di Gates, Cascade, ha collaborato con Blackstone Group e la società di private equity Global Infrastructure Partners in un accordo da 4,7 miliardi di dollari per acquistare Signature Aviation, il più grande operatore al mondo di jet privati. I viaggi in jet privati hanno avuto un boom durante la pandemia, ma tali viaggi emettono un sacco di gas serra.

Il libro di Gates influenzerà i politici e muoverà l’ago della bilancia verso l’innovazione nelle tecnologie a zero emissioni di carbonio? Sicuramente aiuta il fatto che la lotta al cambiamento climatico è già una delle quattro principali priorità dell’amministrazione Biden. Gates accenna al fatto che guida un’auto elettrica – la Porsche Taycan Turbo, che descrive a Forbes come “ridicolmente bella e ridicolmente costosa”.

Se non altro, Gates vuole stimolare la gente. “La mia speranza è che possiamo spostare la conversazione condividendo i fatti con le persone della nostra vita – i nostri familiari, amici e leader.” Dice inoltre Gates: “Penso che con quegli aumenti [di spesa], faremo esattamente quello che dobbiamo fare, non solo per noi, ma per il mondo intero”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Filippo Sini