Il post Covid-19 riparte anche dalla sicurezza informatica 

In questo periodo post-Covid-19 è possibile ripartire anche dalla sicurezza informatica.

sicurezza informatica
sicurezza informatica

Il Covid-19 rallenta ma non ferma gli investimenti in cybersecurity delle imprese internazionali. È quanto emerge dalle rilevazioni delle “Global Cyber Security Market Analysis” di Research & Markets. Le stime prevedono che il mercato globale della sicurezza informatica crescerà a un tasso medio più lento del 6,2% all’anno fino al 2023, a causa delle conseguenze economiche della pandemia. Un rallentamento destinato però a recuperare poi terreno, dettato esclusivamente dalle conseguenze economiche della crisi. La pandemia, infatti, rappresenta un rischio per le aziende sul fronte della sicurezza informatica. La spinta verso la trasformazione digitale, infatti, conseguenza diretta del lockdown, accresce la vulnerabilità alle minacce informatiche. Il World Economic Forum 2019 Global Risk Report considera gli attacchi informatici tra i 5 maggiori rischi internazionali.

L’importanza della sicurezza informatica

sicurezza informatica

Una sfida importante anche per le aziende italiane, sospese tra la necessità di accelerare la trasformazione digitale, attraverso il ricorso a strumenti come il cloud e l’intelligenza artificiale, che sottendono una crescente apertura all’esterno, e quella di tutelare e proteggere dati, brevetti e proprietà intellettuale. Gli investimenti in sicurezza informatica rappresentano, quindi, un asset strategico per la competitività delle pmi e anche l’offerta diventa sempre più sofisticata e pronta a rispondere alle esigenze delle realtà produttive.

In questo contesto, assume rilevanza strategica l’operato delle principali protagoniste di servizi e soluzioni digitali del mercato italiano, come Relatech, la digital enabler solution company che ha recentemente finalizzato l’acquisizione del 60% del capitale sociale di Mediatech, specializzata in cloud e cybersecurity. L’acquisizione, infatti, ha come obiettivo l’avvio di sinergie per sviluppare nuove soluzioni digitali che sappiano unire in modo innovativo le comprovate competenze di Relatech, quale interlocutore unico di riferimento per le Digital Enabler Technologies, e la pluriennale esperienza di Mediatech nella realizzazione di infrastrutture e datacenter, oltre all’elevata specializzazione nel mondo del Cloud.

“Questa acquisizione – spiega Pasquale Lambardi, presidente del Consiglio di Amministrazione di Relatech – rientra nella strategia di crescita della nostra società. La scelta di Piazza Affari, d’altra parte, è dettata proprio dalla volontà di sostenere questo percorso di crescita per linee esterne. Si tratta di un’opportunità di crescita sia sul fronte dei servizi sia su quello della clientela. Lavoreremo in sinergia, valorizzando al massimo il business e le soluzioni acquisite continuando a investire nell’evoluzione delle soluzioni di Mediatech che rappresentano alcune delle verticalizzazioni della nostra piattaforma RePlatform“.

sicurezza informatica

La collaborazione tra queste due realtà innovative prende forma in ambiti, come l’Architetture IT e le Infrastrutture Cloud digitali, destinati a crescere in modo rilevante nei prossimi anni. Gli analisti di MarketsAndMarkets stimano una crescita anno su anno delle soluzioni HCI (Hyper Converged Infrastructures) che, partendo da circa 4 miliardi di dollari del 2018, si attesterà a 17 miliardi circa nel 2023 con un CAGR del 32,9%.

“Mediatech – aggiunge Lambardi – ci permette di potenziare l’offerta digitale per i nostri clienti. Il nostro obiettivo è quello di porci sul mercato come interlocutori unici per le tecnologie digital enabler ma anche come veri partner, anche grazie alla grande flessibilità della nostra piattaforma digitale Cloud-based RePlatform, capace di dialogare con i principali sistemi informatici ma anche di offrire soluzioni altamente personalizzate. Affianchiamo i nostri clienti in un percorso di formazione che li accompagna, passo dopo passo, verso l’adozione di un nuovo business model. Un vero e proprio innovative journey”.

Scrivi un commento

1000

What do you think?

Scritto da Redazione Think

futuro macchine lusso bentley

Lusso, sostenibilità e tecnologia rappresentano il futuro dell’auto, secondo Bentley

covid-free

Con Cov-Free si può andare in azienda in totale sicurezza