Come ricostruire un’azienda dopo il lockdown del Coronavirus

Le aziende hanno dovuto effettuare un rapido cambio per sopravvivere al coronavirus. Quale sarà il prossimo passo?

ricostruire azienda coronavirus
ricostruire azienda coronavirus

Quest’anno il mondo degli affari è stato frenetico per tutti. A marzo, le aziende – molte delle quali già in funzione con margini ridottissimi – hanno dovuto affrontare ondate di panico e limitazioni dei danni, poiché il Coronavirus ha causato la chiusura di un settore dopo l’altro. Pochi leader aziendali sono stati colti preparati.

I danni del Coronavirus: Zing Events

ricostruire azienda coronavirus

Non Andy Wells, co-fondatore della società di team building Zing Events, che aveva appena assunto otto nuovi collaboratori nell’ambito dei piani di espansione dell’azienda.

“Abbiamo lanciato Zing nel 2012, ma il 2020 doveva essere l’anno di grande crescita”, dice, “la nostra strategia era stata mesi in pianificazione”. Come ha detto Wells, il settore degli eventi a livello globale è stato “condizionato dall’isolamento forzato”.

“Il team building è sociale, interattivo e soprattutto faccia a faccia. I clienti stanno cancellando o posticipando per il prossimo futuro”, spiega.

Come ricostruire un’azienda post Coronavirus

Storie di aziende in fase iniziale che soffrono di pessimo tempismo provengono da tutto il mondo. Soter Analytics, una startup londinese di healthtech fondata nel 2015, fornisce formazione manuale per i lavoratori tramite l’AI indossabile. L’amministratore delegato dell’azienda Matthew Hart si è improvvisamente reso conto che il suo modello di business non funzionava: “Molte aziende che forniamo sono considerate non essenziali, così siamo stati costretti a chiudere, mettendo il lavoro in attesa. La nostra formazione è affidata ai responsabili della salute e della sicurezza che si recano nei cantieri, e questi si sono fermati”.

Va bene lasciarsi turbare se si vede che tutto ciò per cui si è lavorato così duramente si trova di fronte a una minaccia esistenziale. Suzanne Dibble, un avvocato specializzato nel mantenere in attività piccole imprese, dice: “Dobbiamo piangere per ciò che è andato perduto, è naturale e per la maggior parte dei proprietari il loro lavoro fa parte della loro identità, può essere difficile”.
La zattera di salvataggio era un cambio veloce e agile, la nuova normalità era un prolungamento del lockdown e le aziende che volevano sopravvivere alla stagione primavera/estate di distanziamento sociale hanno dovuto adattarsi – e molti hanno fatto esattamente questo.

L’esempio di Flipdish

ricostruire azienda coronavirus

“Pub, hotel, ristoranti, i primi colpiti dalla chiusura, si stanno riprendendo trasformandosi in takeaway”, ha detto Conor McCarthy, amministratore delegato di Flipdish, un sistema di ordinazione di cibo online. “Cambiare modello di business e creare un’offerta digitale normalmente richiede settimane“, dice, “vedere le aziende che lo fanno da un giorno all’altro per continuare a generare entrate è stimolante”.

Flipdish è stato lanciato a Dublino nel 2015 e ora sta cogliendo un’opportunità inaspettata. Dopo che il governo britannico ha chiuso tutto a marzo, ha allentato le regole su chi poteva offrire un servizio da asporto. Secondo McCarthy, il 75 per cento dei ristoranti britannici non offriva il servizio da asporto prima, quindi aveva bisogno di aiuto. Uno che ha accettato la sua offerta è stato McMonagles Boat, un ristorante di pesce e patatine fritte ormeggiato nel canale di Forth e Clyde, nel cuore di Clydebank.

“I clienti che cercano online per vedere se il ristorante è ancora aperto trovano subito la strada verso il nostro nuovo sito web e ordinano direttamente con noi”, dice Debbie Rose Reilly, il suo direttore generale. “Anche se abbiamo chiuso il ristorante, le consegne da asporto sono alle stelle. C’è stata così tanta pressione sul team che ero sinceramente preoccupata per il burnout.

ricostruire azienda coronavirus

L’alternativa all’offerta di Flipdish – un sito web o un’app, e dati per dare informazioni sul comportamento dei clienti e su potenziali nuove fonti di reddito – è mettere il vostro ristorante su un sito come Just Eat o Uber Eats. McCarthy lo definisce un “quick fix” non redditizio.

“Quando le acrobazie di marketing mascherate da offerte introduttive finiranno, questi siti probabilmente aumenteranno le tariffe”, dice McCarthy. “Dopo aver speso tempo, sforzi e denaro per indirizzare i vostri clienti fedeli verso la loro piattaforma, si prenderà una grossa fetta di ordini, e tutti i dati”.

Le aziende con cui McCarthy ha parlato in questo settore sono ottimiste: credono che se riusciranno a stare a galla per le prossime settimane, sopravviveranno. “L’ospitalità è una parte fondamentale del tessuto culturale”, dice. “Il pubblico si affretterà a tornare il prima possibile”. Per evitare l’armageddon economico, il governo ha scatenato una serie di misure di sostegno alle imprese: tariffe per le ferie nei locali; sovvenzioni per alcuni settori; il programma di mantenimento dei dipendenti per richiedere l’80% degli stipendi mensili del personale in licenza (fino a 2.500 sterline); prestiti per l’interruzione dell’attività per rendere disponibili finanziamenti a basso costo; e ora il Tesoro ha smesso di concedere prestiti a tassi d’interesse variabili.

Alcuni esempi di aziende che sono riuscite a reinventarsi

ricostruire impresa covid

La recessione è ancora probabile e molti imprenditori sono riluttanti a contrarre prestiti in una crisi in corso. Hannah Martin, fondatrice del Talented Ladies Club (una comunità online per madri lavoratrici) e mentore aziendale del programma Entrepreneur Accelerator di NatWest, consiglia invece di guardare dentro di sé.

“I datori di lavoro vogliono che la nostra tecnologia indossabile recuperi le carenze nei processi di bordo”, afferma Hart. Soter ha lanciato il Clip & Go – un piccolo dongle che si attacca alle camicie e che, oltre a tracciare e formare il lavoro manuale dei lavoratori, può anche avvisarli se si trovano a meno di due metri l’uno dall’altro, per evitare che il coronavirus si diffonda.

Zing ha messo sul mercato tre app per creare team di lavoro a distanza, migliorare il morale e concentrarsi sul benessere in isolamento. “Il Coronavirus cambierà il team building“, dice Wells, “la nostra nuova offerta remota permette ai clienti di connettere team locali e globali in pochi minuti”.

Alex Theuma, fondatore di SaaStock, organizzatore di conferenze tecnologiche da quattro anni, afferma che il virus ha messo in evidenza una mancanza di diversità nel suo modello di business, quando il reddito “è saltato giù da un precipizio a marzo”.

ricostruire impresa covid

“Dovevamo capire come portare il nostro valore online, velocemente. La nostra risposta è stata quella di lanciare SaaStock Remote, una conferenza online, e di concentrarci al 100% sulla consegna di questo prodotto nel mese di giugno. Ora abbiamo altre sei idee geniali per passare a un’attività a reddito ricorrente”.

Alcune cose saranno incasinate, tanto per cominciare. Dibble raccomanda di rivedere i contratti con i fornitori per vedere quali potrebbero essere sospesi o rescissi a breve termine senza penali.
“D’altra parte, verificate che i vostri clienti non possano rescindere facilmente, e considerate come potete aggiungere più valore, in modo che il vostro sia l’ultimo contratto che vogliono rescindere”, dice.

Se avete difficoltà a gestire il flusso di cassa, a parlare con le persone e ad essere onesti, Martin vi consiglia: “Scoprirai che la maggior parte delle persone sono comprensive”. E ricordate, non siete soli. “La storia è piena di persone che hanno ricostruito vite e imprese dopo essere state rase al suolo”, dice, “e hanno trovato maggiore successo e felicità dalle ceneri di ciò che hanno perso”.

Scrivi un commento

1000

What do you think?

Scritto da Redazione Think

Canva

Canva raccoglie 60 milioni di dollari e porta la sua valutazione a 6 miliardi

5 startup dati veicoli

Le migliori 5 startup di dati dei veicoli che hanno un impatto sull’industria automobilistica