Cos’è il Burn Rate in una startup SaaS?

Si tratta di una metrica finanziaria che include tutte le spese che una startup compie in un determinato periodo di tempo.

Burn Rate
Burn Rate

Avere a che fare con il finanziamento della propria startup è un lavoro duro per ogni fondatore. Spendi denaro più velocemente di quanto lo ottieni (se sei abbastanza fortunato da ottenerlo). È possibile eseguire il bootstrap. Tuttavia, la maggior parte delle startup fa affidamento su finanziamenti esterni. Coltivano anche la loro capacità di risparmiare denaro e sopravvivere il più a lungo possibile prima che il prodotto di successo arrivi sul mercato. Sebbene ci siano molte incognite, una cosa accadrà sicuramente: spenderai il tuo finanziamento iniziale in poco tempo. Cerchiamo di spiegare il Burn rate, la gestione delle spese e il restare a galla.

Che cos’è il Burn Rate?

È la quantità di denaro che spendi nella tua startup SaaS in un determinato periodo (di solito un mese). Comprende le spese totali, il costo delle merci vendute, le spese per le vendite e per il marketing, quelle generali e quelle amministrative. Alcune fonti lo descrivono come un’espressione di un flusso di cassa negativo.

Come funziona il Burn Rate?

Se il tasso di combustione (Burn Rate) è lo stesso della spesa, perché avere un termine diverso? Prima di tutto, questa è una delle metriche SaaS più rilevanti per le startup. Le operazioni utilizzano le riserve di cassa iniziali e non generano ancora entrate, “bruciando” la liquidità disponibile. In secondo luogo, il tuo obiettivo dovrebbe essere la sua correlazione con le tue entrate. Il tasso di combustione SaaS ti aiuta a identificare la durata complessiva della tua startup, invece di dichiarare solo le tue spese.

Burn Rate

Esistono due tipi di tasso di combustione: lordo e netto. Sebbene questa differenziazione possa sembrare superflua, hanno una differenza molto marcata. A questo punto, l’attenzione sui ricavi va sotto i riflettori. Usiamo un’equazione per illustrare il problema:

Entrate totali – Consumo lordo (spese totali) = Consumo netto (flusso di cassa)

Quindi, mentre il “consumo lordo” deve sopravvivere mensilmente, il “consumo netto” è l’importo rimanente dopo aver sottratto il primo dal reddito totale.

Come si correlano entrate, tasso di combustione lordo e tasso di combustione netto?

Le velocità di combustione lorde e nette possono essere uguali quando la tua azienda non ha entrate. Le cose cambiano quando inizi a fare soldi. Quando hai un reddito positivo, questa equazione può portare a tre scenari matematici:

  1. Il reddito totale è inferiore al consumo lordo, risultando in un tasso di combustione
  2. Il ricavo totale è uguale al tasso di combustione lordo, che porta al pareggio
  3. Il ricavo totale è maggiore del consumo lordo, contribuendo a un flusso di cassa positivo e a fare profitti

Il primo scenario è quello che accade all’inizio con le aziende SaaS. Stai lavorando a un prodotto ma non hai iniziato a vendere ai clienti. Questa fase di sviluppo deve essere la più breve possibile. L’azienda deve diventare autosufficiente a un certo punto e smettere di dipendere da finanziamenti esterni.

Il secondo scenario è quando le entrate e le spese totali della tua azienda si intersecano. Né perdere né guadagnare denaro è il primo passo positivo per la crescita. Circa il 43% delle startup SaaS fallisce perché non c’è mercato per il loro software. Tuttavia, quando i clienti iniziano a utilizzare il tuo prodotto, hai scongiurato la causa più comune di fallimento dell’avvio: hai creato un output valido.

Il terzo scenario è quello più positivo per l’azienda. Man mano che guadagni più di quanto spendi, trovi l’impresa in una condizione finanziaria migliore rispetto alla maggior parte delle nuove imprese. La crescita costante è il fattore principale per raggiungere questo punto.

Il tasso di combustione netto non è una “perdita”

Parlare del Burn Rate come “denaro perso” è generalmente accettato nel settore. Sì, tecnicamente “perdi” denaro, ma può avere un impatto positivo sulla crescita dell’azienda.

Burn Rate

Sebbene il Burn Rate sia una metrica utile, è anche abbastanza grezza. Usarlo come unico numero per valutare la tua finanza SaaS e ossessionarti ulteriormente al riguardo non ti metterà sulla strada giusta. La sua funzione più importante è mettere le spese in prospettiva.

La riduzione dei costi è sempre una buona idea, ma prova a pensare al Burn Rate come un’opportunità per rispondere ad alcune domande essenziali su la tua attività:

  • Per quanto tempo potrai restare a galla?
  • Quando dovresti fare il prossimo round di finanziamento?
  • Di quanti soldi (e di quanto tempo) hai ancora bisogno per ottenere un prodotto minimo fattibile?
  • Inizierai a realizzare un flusso di cassa positivo senza ulteriori finanziamenti?

Infine, spendendo più soldi mirati alla crescita è vantaggioso. Non dovrebbe ridursi se puoi giustificarlo. Pensa a questa statistica insieme ad altre metriche SaaS come il costo di acquisizione del cliente. Questa prospettiva getterà più luce sul futuro della tua azienda.

Conclusione

Sebbene sia essenzialmente l’importo speso per le operazioni, il Burn Rate è un concetto nato nel settore delle startup SaaS in evoluzione e in crescita. Se combinata con altre statistiche, questa metrica può diventare un potente strumento per descrivere le più ampie capacità e traguardi della tua attività.

Man mano che ci facciamo strada attraverso concetti correlati all’attività, tocchiamo metriche, termini e calcoli che possono rivelarsi utili per qualsiasi fondatore di startup, CFO o altri membri del team.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Filippo Sini