Come aprire una ferramenta

Dalle migliori strategie al corretto iter burocratico per aprire una ferramenta.

aprire una ferramenta

L’idea di aprire una ferramenta nasce di solito nella testa di chi è appassionato del fai da te. Una ferramenta si occupa della vendita d’infissi, vernici, materiali vari, strumenti, chiodi, viti, bulloni, attrezzi e tutto quello che può servire per aggiustare qualcosa o per costruirne una ex novo. Per aprire una ferramenta di successo serviranno, oltre che un certo spirito imprenditoriale, anche una vasta conoscenza del mondo fai da te e tanto senso pratico al fine di evadere le richieste dei clienti che potranno spaziare tra molti argomenti.

Come aprire una ferramenta: la strategia iniziale

Il primo passo è scegliere la tipologia di ferramenta che vogliamo creare. Cioè, vogliamo seguire clienti nel fai da te oppure lavorare con aziende che ricercano grandi forniture? Una volta determinata la scelta servirà il redigere un business plan. Esso serve a descrivere dettagliatamente il nostro progetto, analizzare il mercato e la concorrenza, i costi di realizzazione e i ricavi presunti nei primi due anni di attività. Sarà importantissimo riuscire a comprendere cosa è più richiesto dal mercato e soprattutto qual è la fetta di mercato più indicata per la tipologia di negozio che vogliamo aprire. Anche un buon piano di comunicazione è davvero molto importante per una ferramenta. Data l’elevata concorrenza, sarebbe opportuno diffondere la notizia di quanto la nostra ferramenta ha in più e del perché possa essere scelta e preferita alle altre. Si tratta dunque di concentrarsi sulle novità del settore e di tenere il passo con i tempi.

Una ferramenta ha altresì bisogno di ampi spazi al fine di tenere tutta l’attrezzatura in pronta consegna. Di conseguenza, la scelta del fondo dovrà vertere su questa necessità. Servirà quindi un ambiente dotato di ampi spazi e di un capiente magazzino con a disposizione un comodo parcheggio al fine di consentire ai clienti di caricare facilmente anche le attrezzature molto ingombranti.

L’iter burocratico

Per aprire una ferramenta si dovrà procedere con l’iter burocratico necessario all’apertura di una ditta e quindi:

  • Aprire una partita IVA.
  • Iscriversi al Registro imprese della Camera di commercio.
  • Richiedere la licenza di vendita commerciale.
  • Aprire le posizioni INPS e INAIL.
  • Comunicare la data d’inizio attività al comune.
  • Affittare un fondo.
  • Rifornire il negozio di materiale.

L’investimento stimato per avviare una ferramenta è all’incirca di 80mila euro. Una cifra elevata ma che è dovuta all’acquisto del materiale necessario al fine di avere un negozio ben fornito e capace di soddisfare anche il cliente più esigente.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Chiara Cichero