Campari acquisisce il 49% di Tannico, la principale piattaforma di e-commerce per vini e liquori in Italia

Gruppo Campari ha acquistato una quota considerevole di Tannico, la piattaforma che vende vini e liquori premium.

gruppo campari tannico
gruppo campari tannico

Milano, 5 giugno 2020. Gruppo Campari annuncia di aver firmato un accordo con tutti gli azionisti, compresi i principali (l’amministratore delegato Marco Magnocavallo, Programma 101 SICAF S.p.A. and Boox S.r.l, insieme the’Sellers’) per acquisire una quota del 49% di Tannico S.p.A.

La collaborazione tra Gruppo Campari e Tannico

gruppo campari tannico

La struttura delle transazioni prevede che il Gruppo Campari acquisisca il 39% del capitale sociale di Tannico e contemporaneamente sottoscriva un aumento di capitale riservato per raggiungere, in totale, una partecipazione del 49%. Fondata nel 2013, Tannico è leader di mercato nelle vendite online di vini e liquori premium in Italia, con una quota di mercato di oltre il 30%.

Con oltre 7 milioni di visitatori negli ultimi 12 mesi, l’offerta di Tannico comprende 14.000 vini provenienti da oltre 2.500 cantine nazionali e internazionali. Oltre ai vini, l’offerta include liquori di vecchia data. Sfruttando un approccio di comunicazione non convenzionale per l’industria vinicola, una tecnologia avanzata applicata alle vendite online e un’innovativa strategia di marketing digitale, Tannico si è progressivamente espansa in B2B, offrendo agli operatori professionali servizi a valore aggiunto in settori quali l’assortimento e la gestione dei magazzini, nonché soluzioni di consegna su misura.

Nel 2019, Tannico ha realizzato un fatturato netto di 20,6 milioni di dollari (sotto il GAAP locale). Dal 2017, Tannico ha ampliato la propria presenza a più di 20 mercati, tra cui Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Francia. La considerazione complessiva per il 49% è di 23,4 milioni di euro. Tannico ha detenuto 1,6 milioni di incassi netti al 31 dicembre 2019. Il corrispettivo sarà finanziato attraverso risorse disponibili e sarà pagato in contanti. In base all’accordo di investimento, il Gruppo Campari avrà la possibilità di aumentare il proprio interesse al 100% a partire dal 2025, in base a determinate condizioni. La chiusura dell’operazione è prevista per la fine di luglio 2020.

Le parole dei managers

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer di Campari Group: “Essere una parte essenziale del nostro percorso di trasformazione digitale, l’e-commerce è un canale strategicamente rilevante per il nostro business. A questo proposito, Tannico, leader nella piattaforma di e-commerce per vini e premium spirits in Italia, rappresenta un’opportunità unica e strategica di raggiungere i nostri obiettivi di sviluppo aziendale a lungo termine. Sfruttando l’esperienza di Tannico, accelereremo i nostri piani di sviluppo nell’e-commerce, un canale già in crescita, ma che è diventato ancora più strategico a seguito dei comportamenti dei consumatori che cambieranno a lungo termine a causa dell’emergenza COVID-19, migliorando in larga scala le nostre capacità digitali. Inoltre, con il nostro sostegno, Tannico sarà in grado di accelerare con forza il suo sviluppo internazionale e i servizi B2B, stimolando ulteriormente la sua già notevole crescita”.

gruppo campari tannico

Marco Magnocavallo, Amministratore Delegato e Co-fondatore di Tannico: “In questo momento, mentre i consumatori evolvono gran parte dei loro comportamenti di acquisto e si avvicinano sempre di più al mondo online, è essenziale che Tannico abbia le risorse necessarie per accelerare il suo sviluppo, senza sacrificare la cura che ci caratterizza. Con Campari Group, abbiamo trovato un partner ideale in grado di supportare la nostra leadership nel mercato italiano e di espandere in modo significativo la nostra attività all’estero e nel canale B2B”.

Andrea Di Camillo, Socio Fondatore di P101 SGR: “Come P101 e per conto degli altri investitori, che ci scommettono dal 2015, siamo estremamente soddisfatti di questa operazione che non solo ci permette di uscire da uno dei nostri investimenti, ma ci dà anche l’opportunità di collaborare con una delle aziende italiane più attraenti. Questa operazione evidenzia che la tecnologia e il capitale di rischio sono “alleati” delle società che, come il Gruppo Campari, si concentrano sia sul breve termine che sul lungo periodo”. Vitale&CoS.p.A. e Chiomenti Studio Legaleadvised P101 SGRon questa transazione. Pedersoli Studio Legale e McDermott Will&Emery hanno agito come consulenti per Campari Group.

Scrivi un commento

1000

What do you think?

Scritto da Redazione Think

green new deal

Come un “green” New Deal potrebbe davvero avere una portata globale sul cambiamento climatico

riciclo-vestiti-italia

Effetti da Covid-19: l’Italia nella top-ten per “riciclo di vestiti”