SYNLAB Italia destina 4 milioni di euro in premi di risultato e bonus speciali agli oltre 1.800 dipendenti

L’azienda monzese è leader nella diagnostica medica.

giovanni gianolli ad synlab italia

Per Synlab la sostenibilità si coniuga con la concretezza, soprattutto nei confronti delle proprie persone. L’azienda monzese leader nella diagnostica medica ha deciso di premiare l’impegno profuso dai dipendenti in un anno difficile per la pandemia, conferendo un riconoscimento a tutti coloro che si sono distinti per professionalità, disponibilità e flessibilità, pur in condizioni particolarmente difficili.

Per fare questo sono stati stanziati un totale di 4 milioni di euro da destinare a premi e bonus. In particolare è stato previsto, per gli oltre 1.800 dipendenti del gruppo, un premio di risultato di 1.200 euro, con l’aggiunta di un bonus speciale di ulteriori 1.200 euro, fino a un totale di 2.400 euro lordi che verranno elargiti ad aprile 2022, commisuratamente alla tipologia di contratto (full time o part time) e al periodo di assunzione (entro luglio 2021). Un investimento che si aggiunge a quanto già erogato nella primavera 2020, quando SYNLAB aveva elargito 1.400 euro in più in busta paga a tutti i dipendenti, tra premio di risultato e bonus speciali.

“Crediamo moltissimo nel valore delle persone e della squadra, che sono per noi, insieme a un’offerta completa e di qualità, gli elementi chiave per essere un partner di salute per la comunità. È investendo sulle persone e riconoscendone l’impegno che si possono raggiungere grandi risultati, una scelta che abbiamo fatto per restituire al nostro personale quell’energia e quell’immenso valore che è stato dato ai pazienti e all’intera collettività – spiega Giovanni Gianolli, CEO di SYNLAB Italia. “Una visione comune e condivisa da tutto il gruppo di lavoro che ha permesso di consolidare e accrescere il ruolo di SYNLAB quale punto di riferimento sicuro e affidabile nella quotidianità delle persone, anche nei momenti critici e di premiare con un riconoscimento concreto e un ringraziamento tutti coloro che si sono contraddistinti per professionalità, disponibilità e dedizione nel 2021”.

L’impegno profuso si traduce in risultati importanti, sia in termini di prestazioni Covid-19 (es. tamponi), erogate su circa 4 milioni di pazienti assistiti, sia nella gestione di altre esigenze sanitarie. L’attenzione verso l’emergenza non ha infatti ridotto la focalizzazione verso i pazienti con patologie differenti, registrando in tutta Italia nel 2021 un totale di circa 15 milioni di pazienti assistiti con prestazioni di diagnostica e di altri test di laboratorio. Nel fronteggiare la pandemia, SYNLAB Italia si è, quindi, dimostrata una valida alleata a 360° del servizio sanitario pubblico, nonché un partner della salute e della sicurezza per i cittadini.

Questi principi hanno anche ispirato il rinnovo del contratto integrativo aziendale, siglato con le organizzazioni sindacali. I principali pilastri dell’accordo sono: integrazione dei servizi di Welfare e tutela della genitorialità.

Dal punto di vista del welfare, le società del Gruppo promuoveranno annualmente campagne di prevenzione e check-up rivolte ai lavoratori e verrà garantita una particolare scontistica sulle prestazioni erogate. L’azienda ha inoltre deciso di concedere, in caso di lunghe degenze e gravi malattie documentate, un ulteriore periodo di aspettativa non retribuita fino a 6 mesi. Sulla genitorialità, l’azienda ha previsto un’integrazione di un ulteriore 30% della retribuzione di fatto rispetto a quanto corrisposto dagli Enti previdenziali per tutti i lavoratori che scelgano di fruire del periodo di congedo facoltativo di 6 mesi in modo continuativo.

Le società del Gruppo SYNLAB innalzeranno inoltre a 850 euro il bonus nascita, e -aspetto molto importante per garantire alla neo mamma o al neo papà un rientro fisiologico nelle dinamiche aziendali- il processo di reinserimento verrà accompagnato da un tutor, identificato a cura dell’azienda. L’intesa raggiunta prevede inoltre il riconoscimento ai dipendenti di specifici permessi per l’inserimento dei figli al nido e alla scuola dell’infanzia. Le società del Gruppo garantiranno infine a tutti i dipendenti un bonus una tantum di 100 euro lordi in occasione del matrimonio o unione civile.

Molta attenzione è stata dedicata durante la trattativa all’impegno di SYNLAB in materia ESG e  responsabilità sociale d’impresa. Uno degli asset principali dell’attività di SYNLAB è volto, infatti, alla creazione di progetti e di iniziative che abbiano come scopo quello del “prendersi cura delle persone”, siano essi i propri dipendenti o gli appartenenti alle comunità in cui l’azienda è presente. In particolare, in relazione alla salute e sicurezza sul lavoro, alla diversità e parità di genere, alla valorizzazione e al benessere dei dipendenti, all’accesso a cure mediche di alta qualità, alla ricerca e innovazione e alla restituzione del valore generato dall’azienda alle comunità.

Al fine di garantire sempre il migliore servizio e di far fronte alle richieste del mercato in modo efficiente, SYNLAB ha inoltre incrementato il numero dei dipendenti, integrando, nel corso del 2021, 151 nuovi assunti, ovvero +10% del personale, in particolare nelle categorie di biologi, tecnici di laboratorio, infermieri e personale di front office. Inoltre, l’azienda contribuisce ad accrescere la conoscenza e la professionalità delle risorse per elevare il livello di servizio, mettendo a disposizione piani di formazione che nello scorso anno hanno visto l’erogazione di un totale di 1.600 ore di formazione per biologi e tecnici e di 720 ore per il personale di front-office.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Redazione Think