COP26: Apple, Amazon e altre aziende vogliono incrementare l’uso di tecnologie a basse emissioni di carbonio

cop26

Apple, Amazon e altre aziende si sono unite alla COP26 per impegnarsi a creare un mercato incentrato sulle tecnologie a basse emissioni di carbonio.

COP26: Apple, Amazon e altre aziende vogliono incrementare l’uso di tecnologie a basse emissioni di carbonio

Un gruppo di aziende, tra cui Apple, Amazon, Bank of America, Delta Air Lines e United Airlines, hanno annunciato che si impegneranno a creare un mercato rivolto alle tecnologie emergenti a basse emissioni di carbonio, nel tentativo di alimentare l’innovazione in settori come i carburanti sostenibili, i veicoli elettrici e altre tecnologie a basse emissioni.

L’annuncio è l’ultimo impegno aziendale emerso dalla COP26, la conferenza delle Nazioni Unite sul riscaldamento globale tenuta a Glasgow, nei primi giorni del mese di novembre.

All’inizio della prima settimana di novembre, un gruppo di banche e assicuratori che gestiscono 130 trilioni di dollariha asserito che si impegnerà a fornire la sua “giusta quota per la riduzione delle emissioni del 50% in questo decennio”.

La coalizione è nata da una partnership tra il World Economic Forum e il delegato americano per il clima John Kerry.

Annunciata la nascita del gruppo First Movers Coalition

“Non risolveremo il problema del cambiamento climatico solo con i governi”, ha spiegato Antonia Gawel, capo della piattaforma di azione climatica del World Economic Forum. “E non risolveremo il problema neanche pensando soltanto a un’azione privata. Abbiamo bisogno di entrambe le cose, e della collaborazione tra le due parti”.

Gawel ha notato che l’obiettivo di limitare l’aumento della temperatura globale a meno di 1,5 gradi Celsius, o 2,7 gradi Fahrenheit può essere raggiunto solo con lo sviluppo di nuove tecnologie di decarbonizzazione. A proposito della limitazione dell’aumento della temperatura globale, gli scienziati hanno rivelato che, se le temperature salgono oltre la soglia indicata, una crisi di riscaldamento globale con ondate di calore mortali e carenza di cibo diventerà estremamente probabile.

Il nuovo gruppo, chiamato First Movers Coalition, dunque, si propone di aiutare a creare domanda per questi prodotti emergenti impegnandosi a comprare beni e servizi a zero emissioni. Ogni membro della coalizione ha fatto almeno un accordo di acquisto.

Potenziali tecnologie che i membri della coalizione possono accettare di acquistare includono carburanti sostenibili per l’aviazione, veicoli pesanti a zero emissioni e acciaio a emissioni quasi zero.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Ilaria Minucci