Hate speech, come è cambiato l’odio online (e come arginarlo)

lifestyle

Chi decide cosa lasciare online ha più potere del diritto e dei giudici. L’odio online è diventato una valuta, una merce di scambio. “Tutti parlano di bitcoin, ma oggi la vera valuta per ottenere consenso e profitto nel modo digitale è l’uso di espressioni d’odio”, commenta Giovanni Ziccardi, professore associato di informatica giuridica all’Università Statale di Milano. Il fenomeno delle espressi...

Per continuare a leggere questo articolo

Abbonati a Think.it

a soli 3,99€ / mese, il primo mese a 0,99€

Originariamente pubblicato su chefuturo.it
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da chef