Come i Social Media hanno cambiato la comunicazione nel calcio

Le società calcistiche, ormai veri e propri brand, si sono dovute adattare alle logiche dei nuovi media sviluppando diverse strategie di comunicazione.

social media calcio

L’avvento del digitale ha avuto un significativo impatto in molteplici campi e settori, compreso quello dello sport in cui anche le società calcistiche, ormai veri e propri brand, si sono dovute adattare alle logiche dei nuovi media. I club di calcio hanno cambiato le loro strategie di marketing e comunicazione.

Se prima si doveva fare affidamento su TV, radio e giornali, ora basta uno smartphone e una connessione a internet per conoscere le ultimissime sport calcio. Per questo motivo, e soprattutto per coltivare al meglio il rapporto con i tifosi, le società hanno sviluppato differenti strategie di comunicazione in cui il social media marketing riveste un ruolo cruciale.

I vantaggi del Social Media Marketing

I vantaggi che i club calcistici ottengono grazie all’utilizzo dei social media sono diversi e numerosi. Prima di tutto hanno la possibilità di avere un’interazione diretta con i fan ai quali possono offrire contenuti esclusivi che rafforzano l’identità del brand. Oltre i tifosi, grazie ai social le società possono raggiungere un pubblico ben più vasto sia abbracciando fasce generazionali differenti, sia superando i confini geografici, cose che favorisce anche il turismo sportivo.

Il flusso continuo di contenuti, tra cui dettagli che prima si potevano solo immaginare, aumenta l’engagement. In tal modo cambia anche il ruolo del tifoso che è da sempre una figura fondamentale nel mondo del calcio e dello sport in generale, ma che ora ha modo di sostenere ancor di più la propria squadra del cuore. Con l’avvento dei social i sostenitori hanno l’accesso a contenuti esclusivi di cui si è già parlato, la sensazione di sentire la squadra più vicina, la possibilità di confrontarsi con altri fan e hanno acquisito sempre più voce fino a diventare parte attiva del club.

Spesso sono proprio i tifosi a contribuire alla comunicazione della squadra con contenuti spontanei, come ad esempio i meme o la condivisione di contenuti con l’utilizzo di hashtag, che vengono diffusi sempre attraverso i social media e all’interno della community creando una narrazione parallela a quella ufficiale.

Una strategia ben studiata

Ciò che muove i tifosi sono passione e senso di appartenenza e il ruolo dei social è proprio quello di far leva su questi sentimenti con una strategia di marketing ben studiata. Si tratta di una comunicazione basata su concetti brevi e immediati, ma che non vengono lasciati al caso. Infatti dietro ai social media delle società sportive ci sono figure professionali specializzate e in alcuni casi delle vere e proprie Media House, organi creati appositamente per occuparsi di questo tipo di comunicazione.

Sono queste figure professionali a scegliere le giuste piattaforme, a decidere su quali essere costantemente presenti, su quali meno e quali contenuti pubblicare; a selezionare gli hashtag giusti per aggregare contenuti e sostenitori; a determinare il tono di voce con cui comunicare e a mantenerlo con coerenza nel tempo; a coinvolgere i tifosi sia locali che stranieri con iniziative create ad hoc per loro così da stimolare la community; a dare spazio agli sponsor che sono importantissimi anche loro per il successo della squadra.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da Redazione Think

Databricks: la storia della compagnia e degli accademici diventati miliardari

Databricks: la storia della compagnia e degli accademici diventati miliardari

app uc browser

L’app UC Browser di Alibaba promette privacy, ma la garantisce?