Aiutare i bambini dislessici con i tablet: Ora si può

innovaizone

“Domani andiamo in gita, ma non portate telefonini o tablet”.

Questo assurdo ritornello l’ho sentito ancora una volta nei giorni scorsi. La maestrina dalla penna rossa, abituata a libro e biro cancellabile, non si è accorta dell’utilità del tablet. Nella scuola italiana sembra che il tempo si sia fermato. Non ho mai visto un tablet su un banco. C’è sulla scrivania di qualche dirigente, c’è sulla ...

Per continuare a leggere questo articolo

Abbonati a Think.it

a soli 3,99€ / mese, il primo mese a 0,99€

Originariamente pubblicato su chefuturo.it
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

What do you think?

Scritto da chef